Néo: MAGNIFICI
facebook Stampa

CINEMA:
LE OFFERTE DEI 5 PIU’ GRANDI PAESI EUROPEI


“La visibilità al giorno d'oggi devi costruirtela per conto tuo, usando Internet” a sostenerlo è Milan Kopasz, 26enne ungherese, autore di cortometraggi animati. Che altro serve per sfondare? “Partecipare ai concorsi e ai festival. In Europa ce ne sono moltissimi” risponde Milan.
Prendendo spunto dai suoi consigli vediamo che cosa offrono i principali paesi produttori di cinema d’Europa.

GERMANIA: FINANZIAMENTI E MENTORI

E’ forse la nazione che dà più opportunità agli emergenti. Vediamone alcune. Ogni paese ha i suoi premi di cinema nazionali. I Cesar in Francia, i David in Italia. In Germania dal 1999 esiste il Lola, in riferimento alle protagoniste di alcuni importanti film tedeschi, come “L’Angelo azzurro”, “Lola” e “Lola corre”.  Rispetto ai premi di altre nazioni, il Lola si distingue anche per il premio in denaro: 3 milioni di euro per il vincitore.
Il Festival internazionale del cinema di Berlino, noto come Berlinale, dà molto spazio agli emergenti. Nel 2012, il premio di 50.000 euro è stato assegnato a Kauwboy, come miglior opera prima. Dal 2008 i vincitori ricevono un "View Finder" di alta qualità come ricordo e come strumento di lavoro che accompagnerà la loro futura carriera.
Molti i finanziamenti per il cinema. Su tutte segnaliamo due istituzioni: la Filmförderungsanstalt e il Deutsche Filmförderfond.
Completano questo assaggio del panorama tedesco, la rivista Streetmagazine, alcuni grandi dell’attuale cinema tedesco a disposizione come mentori: Fatih Akin, Jürgen Vogel, Moritz Bleibtreu, Till Schweiger, Daniel Brühl e un regista emergente: Christian Petzold.

Emergente 1: CHRISTIAN PETZOLD (durata: 2 minuti)

Il trailer di Barbara, film di Petzold.

ITALIA: LA TERRA DEI FESTIVAL

C’è chi dice che in Italia ci siano ormai più festival che sale cinematografiche. Oltre a Venezia, festival che ambiscono a un ruolo di rilevanza sono i festival di Torino, Roma, Milano (Milano Film Festival e MIFF), solo per citarne alcuni. Tra le case di produzione più aperte a nuovi registi ci sono Fandango, Lucky Red, Cattleya, BIM, O1 Distribution. Come riviste segnaliamo: Ciak, Nocturno cinema, Cineforum, Best Movie, La Rivista del Cinematografo.
Possibili mentori per nuovi artisti: Matteo Garrone, Cristiana Capotondi e, a sorpresa, Maurizio Cattelan che di recente ha dichiarato di essere interessato a produrre film.

Concludiamo con cinque registi emergenti su cui puntare:
• Roberto Gagnor
• Piero Marcello
• Fausto Caviglia
• Antonello Novellino
• Michelangelo Frammarntino


Emergente 2: Michelangelo Frammantino (Durata: 8.50)

Film presentato alla Quinzaine di Cannes, che segue il ciclo vitale di un uomo, di un animale, di un vegetale e di un minerale "in una visione poetica della natura e delle tradizioni dimenticate di un luogo senza tempo".

SPAGNA: TALENT SCOUT CONTRO LA CRISI

Tra gli scopritori di nuovi talenti, segnaliamo Elena Anaya, Marisa Paredes, Blanca Suarez e Fernando Cayo,  co-protagonisti di La pelle che abito, prodotto dalla Coming Soon.
Anche il giovane  Eduardo Verastegui, oltre ad essere attore, modello e cantante, è uno dei maggiori scopritori di nuovi talenti del paese. Sul sito: www.eduardoverastegui.com è facilmente contattabile.
Altra celebrità del grande schermo molto disponibile è Ana Duato, protagonista del triangolo amoroso nel film di Pilar Miro Il cane dell’ortolano e protagonista ne La razon de mes amigos di Gerardo Herrero.
I nuovi talenti del teatro e del cinema si ritrovano annualmente al neo festival di Malaga.

UK: PUBBLICO & PRIVATO

Nel 2001, il Governo laburista fondò il Uk Film Council. Questa istituzione, in qualche caso affiancata dalla BBC, ha finanziato film di culto, come “Il discorso del Re” o “The Iron Lady”, è stata chiusa dal governo Cameron nel 2011. Le funzioni dell'Istituto sono passate al British Film Institute, nato nel 1933. Ma, accanto ad iniziative di Stato, esistono anche case di produzione indipendenti, come la Working Title , che hanno permesso ai film britannici di essere esportati al di fuori del Regno. Tra i registi emergenti, notevole è Andrew Haigh, giovane regista britannico che, secondo il Guardian, è destinato a diventare una tra le colonne dell'industria cinematografica britannica.

Emergente 3: ANDREW HAIGH (durata: 2 minuti)

Storia di un amore gay che ha fatto molto discutere. Ecco il trailer di Weekend.

FRANCIA: THE ARTIST E ALTRE SORPRESE

Dopo anni di letargo, il cinema francese è tornato di gran moda, grazie all’exploit di The Artist, film muto in bianco e nero che ha sbancato agli Oscar. Ma chi sono i punti di riferimento per gli aspiranti registi del futuro? Alain Gagnol e Jean-Loup Felicioli con il loro cartoon, Une vie de chat, hanno ottenuto la candidatura agli Academy Awards nella sezione miglior film straniero.  I due artisti sono entrati a far parte della Folimage Production venti anni fa. Il sito ufficiale dello Studio è http://www.folimage.fr/boutique/index.cfm, tramite cui si possono contattare gli autori.
Prima del suo film Intouchables (in Italia Quasi Amici) il nome di Olivier Nakache non diceva molto. Regista, scenografo, sceneggiatore e attore, Nakache è un artista a tutto tondo, la cui vita professionale è legata a quella dello sceneggiatore Eric Tolédano, con cui realizza, all’inizio della carriera, dei cortometraggi bizzarri. Il suo primo lungometraggio vede la luce nel 2005 Je préfère qu'on reste amis con Gérard Depardieu e Jean –Paul  Rouve. La commedia è comunque il genere che meglio si addice al regista che nell’estate 2007 sorprende la Francia con il suo Nos jours heureux, fino a conquistare anche i favori della critica e dell’estero con Intouchables. Nakache ha una sua pagina ufficiale facebook insieme al suo inseparabile collaboratore Tolédano https://www.facebook.com/ToledanoNakache

Emergente 4: GAGNOL E FELICIOLI (Durata: 3 minuti)

Un estratto del cartone di Gagnol e Felicioli.




Altri articoli di questa enews
Nèo

Libera Von Rubens

Italia

Katinka Saltzmann

Germania

Diana Belova

Russia

Stefano Capilupi

Russia

Maria Carmela Campolongo

Spagna

Maria Cristina Locuratolo

Francia

Francesco Piccinelli

UK

Claudia Leporatti

Est Europa