Néo: 2013 RESOLUTIONS L’anno della rivoluzione?
facebook Stampa

LE SFIDE INDIVIDUALI DA VINCERE


“La vera sfida della nostra epoca che riguarda ognuno di noi è di vincere la “paura del fare”, che viene immessa nel nostro cervello dai media e soprattutto dalla burocrazia e dai sistemi politici del mondo occidentale. La sfida è di sfidare questa paura, mettendosi in gioco per esprimere tutto il proprio potenziale riuscendo a essere liberi e felici pur nel rispetto della legge e la burocrazia. Capendo che la felicità non la si ottiene limitandosi a fare ciò che la legge, i media e gli Stati ci dicono. Ma occorre fare molto, molto di più”.
(Pino Quatra)

INDIVIDUARE E CAVALCARE LE OPPORTUNITÀ DI SUCCESSO ECONOMICO

Molti di noi hanno la sensazione che più che nella crisi stiamo vivendo in un mondo che è cambiato. Ossia sono le cambiate le regole del gioco, dopo decenni in cui avevano funzionato. Quindi per poter vincere la prima cosa da fare è capire quali sono queste nuove regole e a quel punto cercare di giocare al meglio la propria partita.

LA SELEZIONE DELLE INFORMAZIONI

Simile al punto precedente è quello che riguarda il mondo dell’informazione (e dell’istruzione in generale). Se le regole del gioco sono cambiate, se il mondo è cambiato, che senso ha fidarsi delle informazioni figlie di un mondo che non c’è più? In un’epoca di bombardamento informativo, sta diventando sempre più chiaro come spesso le informazioni creino dei danni indirizzando atteggiamenti e comportamenti autolesionisti. Diventa dunque una grande sfida quella di definire una propria “ecologia informativa”, riuscendo a selezionare informazioni che non danneggino la propria mente e la propria vita.

TROVARE IL PROPRIO MODO DI ESSERE

Molti psicologi affermano che noi non siamo chi pensiamo di essere. Ossia che la nostra identità autentica sia diversa da quella che crediamo. In poche parole quando ognuno di noi dice “io”, spesso parla di un altro, non di se stesso. Per molti saggi la ricerca del sé è la vera vittoria, che passa attraverso una liberazione di ciò che abbiamo sovrapposto per educazione e per pressioni sociali al di sopra del nostro essere. Trovare se stessi, questa sì che è una grande sfida.

TROVARE LA PROPRIA STRADA

Quanti sono convinti che ciò che stanno facendo è il proprio progetto di vita? Questa è una chiave di successo importante. Chi vive la propria attività con passione ha più successo di chi si deve sforzare, questo è un dato di fatto. Ed ecco che la domanda più diffusa è se quella che stiamo percorrendo è davvero la nostra strada, oppure si tratta come dice il saggio di una scala appoggiata su un palazzo che non ci piacerà?

RENDERSI (DAVVERO) AUTONOMI

Per concludere ritorniamo a un concetto espresso nelle parole chiave dell’anno. L’autonomia. Tanti hanno detto di voler diventare autonomi o più autonomi. Molti hanno fatto riferimento alla propria attività o comunque all’ambito economico, intendendo il mettersi in proprio o quantomeno conquistare un reddito per affrancarsi da altre dipendenze. Ma alcuni hanno sottolineato come il concetto di autonomia sia un’esigenza più ampia e riguardi ogni altro ambito. Notando quanti rivendicano il bisogno di liberarsi di vincoli e legami, mentali, culturali, di affrancarsi dal giudizio degli altri, e così via, viene da pensare che davvero l’autonomia sia il traguardo della nostra epoca. Autonomia intesa non come egoismo, ma in senso letterale: dal greco significa seguire la “propria legge”, invece che vivere secondo come imposto dagli altri. O da come noi pensiamo che gli altri ci impongano di vivere.

E’ LA TUA ULTIMA OCCASIONE, NON NE AVRAI ALTRE (durata 4:00 secondi)

Pillola blu, pillola rossa. Ti sto offrendo solo la verità. Niente di più. Da Matrix.



Altri articoli di questa enews